La Migliore Mandolina

Aggiornato il 5 gennaio 2023

Dopo 13 ore di ricerca, un esame dettagliato di 21 modelli popolari e il test di 5 di essi, riteniamo che Oxo Good Grips Simple sia l’opzione migliore.

Questo comparativo è certificato al 100% imparziale e segue il nostro processo di selezione

La nostra scelta, Meglio di fascia media

Oxo Good Grips Simple

Questo modello si distingue per la possibilità di essere inclinato, per la capacità di affettare o tagliare a julienne con facilità e per l’impugnatura che offre una presa confortevole.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Oxo Good Grips Simple

Questa mandolina è costituita principalmente da un robusto corpo in plastica, una lama in acciaio inossidabile e un manico girevole che consente di tenerla in posizione angolata. Si distingue dalla concorrenza per il piede inclinabile, l’efficienza, la protezione per le dita che può essere riposta sottosopra e la lama bloccabile dopo l’uso. Dispone inoltre di un sistema di regolazione dello spessore (sulla parte superiore) e di una funzione julienne con pulsante di sicurezza e piede antiscivolo. Nei nostri test abbiamo tagliato facilmente cetrioli, zucchine, patate e carote. Tuttavia, la lama più spessa (6 mm) non ha tagliato le zucchine e le mele fino alla fine senza romperle. Inoltre, il colore bianco del prodotto si colora rapidamente con alimenti come le carote.

 

 

Meglio di fascia alta

Börner V5Powerline Plus

Questo modello è il più completo e versatile della nostra selezione. È adatto ai cuochi che desiderano tagliare fette, bastoncini o cubetti.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Börner V5Powerline Plus Set

Durante i nostri test, abbiamo trovato interessanti le diverse possibilità di taglio di questa mandolina. Infatti, con le sue 3 piastre intercambiabili, è possibile realizzare tagli di diverso spessore e forma: fette e bastoncini in 4 spessori e cubetti. Tra la nostra selezione, questo è il modello che include il maggior numero di accessori. Lo abbiamo trovato efficace per tagliare verdure come carote, zucchine e cetrioli. Tuttavia, le patate sono state un po’ più difficili da tagliare e abbiamo dovuto spingere un po’ di più la protezione delle dita per finire le fette. Per quanto riguarda i funghi, il risultato non era dei migliori, ma sembrava un po’ meglio che con gli altri modelli. Disponibile in diversi colori, dovrebbe essere adatto a tutti i tipi di cucina.

 

La nostra selezione

La nostra scelta, Meglio di fascia mediaMeglio di fascia alta
Oxo Good Grips Simple Börner V5Powerline Plus
Questo modello si distingue per la possibilità di essere inclinato, per la capacità di affettare o tagliare a julienne con facilità e per l'impugnatura che offre una presa confortevole. Questo modello è il più completo e versatile della nostra selezione. È adatto ai cuochi che desiderano tagliare fette, bastoncini o cubetti.
37.99 € su Amazon 59.90 € su Amazon

 

800+ Confronti
1000+ Recensioni
100% Imparziale

Perché fidarsi di noi ?

Selectos confronta e testa centinaia di prodotti per aiutarvi a fare acquisti migliori. A volte riceviamo una commissione quando acquistate attraverso i nostri link, che contribuisce a finanziare il nostro lavoro. Saperne di più

 

Come abbiamo fatto i test?

Per testare i mandolinie da cucina, abbiamo innanzitutto prestato particolare attenzione alla loro qualità materiale (materiali, affilatura della lama, robustezza del sistema di modifica dello spessore di taglio). Poi abbiamo verificato che fossero sufficientemente pratici e sicuri (presenza di una buona protezione per le dita, possibilità di bloccare la lama impostando l’altezza sulla posizione 0, modo istintivo e pratico di scegliere l’altezza).

Poi siamo passati alla prova vera e propria, tagliando diversi tipi di cibo (zucchine, carote, patate, mele, cetrioli e funghi). Questo ci ha permesso anche di vedere se hanno preso il loro colore, soprattutto con le carote. Infine, abbiamo testato gli altri tipi di taglio (bastoncini, julienne) con i cetrioli quando erano disponibili.

 

Come scegliere una mandolina da cucina?

In cucina si usa soprattutto per fare tagli sottili, come le fette di ravanello e cetriolo per le insalate, o per affettare sottilmente le patate per un gratin, ad esempio. Anche altri tagli (cubetti, fette di cialda, ecc.), più difficili da ottenere con i coltelli da cucina, sono facilmente realizzabili. Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche da considerare se si desidera una mandolina di qualità che permetta di tagliare i cibi senza fatica.

Mandoline

Per farlo, è necessario innanzitutto saper distinguere tra i diversi tipi di mandoline disponibili sul mercato:

  • La classica: facile da usare e generalmente economica, è pensata per chi vuole semplicemente tagliare la verdura e la frutta a fette o a julienne. Una scelta ideale per preparare velocemente le insalate!
  • La multifunzionale: con lame intercambiabili per julienne, brunoise, stick, fette in rilievo, ecc. Le opzioni di spessore variano da molto sottile a poco più di 1 cm. Ogni lama è rimovibile per il lavaggio, la sostituzione o l’affilatura.

Mandoline

  • La giapponese: popolarizzata dal marchio Benriner, questo tipo di mandolina è sempre più presente nelle cucine professionali. Sono economici, leggeri e molto affilati. Hanno una lama diagonale che consente un migliore controllo del taglio. Il loro design compatto e portatile è ideale anche per la conservazione.

A differenza degli elettrodomestici (multicucine, robot da cucina, frullatori, ecc.) che abbiamo messo a confronto e che richiedono un’attenta lettura delle loro numerose caratteristiche, prima di acquistare una mandolina è necessario considerare solo pochi punti:

  • Il corpo: un corpo solido e liscio consente un’azione fluida. L’ampia larghezza consente di affettare verdure rotonde di grandi dimensioni come melanzane, pomodori, cipolle, finocchi e patate di grandi dimensioni. Non è necessario tagliare le verdure a mano prima di affettarle. La macchina deve essere stabile e non piegarsi sotto pressione.

Mandoline

  • Le lame: esistono diversi tipi di lame. Alcune mandoline hanno una lama a V (sempre più popolare tra i cuochi casalinghi) e altre hanno una lama singola per tagli dritti, perfetti per le patate e altre verdure dure. Le lame diagonali sono presenti soprattutto nei modelli giapponesi e consentono di tagliare facilmente tutte le verdure. La lama è solitamente in acciaio inossidabile o in ceramica.

Mandoline

  • La protezione per le dita: previene i tagli e si adatta comodamente alla mano. Tuttavia, se l’apertura dello spintore è troppo stretta, si limita la lunghezza delle fette o dei fiammiferi. Si consiglia inoltre l’uso di un guanto e di una mandolina con manico per una presa migliore e un’azione di taglio più fluida.

Mandoline

  • La pulizia: anche se il modello è teoricamente lavabile in lavastoviglie, è sempre meglio lavarlo a mano. I detersivi utilizzati nelle lavastoviglie tendono ad opacizzare le lame.

 

Altri modelli consigliati

Fackelmann 45331 (11.83 € al momento della pubblicazione): Una soluzione molto economica ma di qualità inferiore. Questo modello è realizzato in acciaio inossidabile e plastica a un prezzo molto basso. Consente di affettare vari alimenti in modo rapido ed efficiente, proteggendo al contempo le dita (spintore). È possibile regolare la dimensione di taglio da 1 a 6 mm. Durante i nostri test, anche se nel complesso era abbastanza efficiente, non ci ha convinto la qualità dei materiali (lama affusolata, plastica piuttosto economica…) e per questo non l’abbiamo inclusa nella selezione principale.

De Buyer Kobra V axis (58.78 € al momento della pubblicazione): Un’alternativa di fascia media. Realizzata in Francia con una lama a V in acciaio inossidabile, questa mandolina è facile da usare, robusta e molto efficiente. Consente di tagliare frutta e verdura, di qualsiasi consistenza, in fette sottili da 0,2 a 5 mm (rotella integrata). Il design ergonomico protegge anche la mano durante il taglio grazie allo spintore. Nella sua fascia di prezzo, abbiamo preferito il Börner V5 Powerline Plus Set, che è dotato di un maggior numero di accessori e sul quale abbiamo potuto raccogliere più recensioni di utenti. Tuttavia, lo terremo d’occhio!

 

Altri modelli che abbiamo testato

Kyocera CSN 202 (26.95 € al momento della pubblicazione): A nostro avviso, questo modello è troppo costoso per il suo design, anche se offre buone prestazioni. In effetti, ci sembra molto fragile, soprattutto per quanto riguarda il sistema di scelta tra i quattro spessori.

Börner V1 ClassicLine Starter (37.80 € al momento della pubblicazione): Un po’ meno costosa della sorella maggiore, l’abbiamo trovata meno pratica quando si tratta di cambiare gli accessori. Nel complesso, presenta gli stessi difetti del V5.

 

 

Traduzione di Selectos

Lascia un commento