Il Miglior Tappetino Yoga

Aggiornato il 3 gennaio 2023

Abbiamo trascorso 20 ore ad analizzare 23 tappetini da yoga, 8 dei quali sono stati testati e siamo giunti alla conclusione che Manduka Eko Superlite è una scelta eccellente per la maggior parte degli yogi.

Questo comparativo è certificato al 100% imparziale e segue il nostro processo di selezione

La nostra scelta, Meglio di fascia media

Manduka EKO Superlite

Il materiale naturale, la leggerezza, la buona presa sul terreno e lo spessore ridotto sono caratteristiche interessanti per gli yogi che cercano un tappetino da viaggio.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Manduka EKO Superlite

Il tappetino è realizzato in gomma naturale biodegradabile e offre un’ottima presa su tutti i tipi di pavimento. Durante il nostro test, abbiamo apprezzato anche la presa, ma abbiamo notato un certo scivolamento dopo il lavaggio e con le mani sudate, quindi è meglio pulire il tappetino prima dell’uso. Le sue dimensioni di 180 x 61 cm sono classiche, ma il suo spessore è sottile (2 mm). Ciò significa che offre una scarsa ammortizzazione e un minore comfort sulle ginocchia, ma isola sorprendentemente bene dal pavimento e garantisce l’equilibrio. Inoltre, resiste alla torsione e allo strappo. E sebbene manchi una cinghia di trasporto, è leggero da trasportare (900 g). Tuttavia, al momento del disimballaggio si avverte un forte odore.

 

 

Meglio economico

Kimjaly Essentiel

È perfetta per i principianti o per la pratica occasionale dello yoga dolce. L'accessibilità, la leggerezza, il buon spessore e la presa complessiva ne fanno un successo.

9.99 € su Decathlon

Kimjaly Essentiel

Questo modello è realizzato in schiuma isolante priva di PVC con un motivo a griglia che garantisce una buona presa per le mani. Sebbene durante il nostro test abbiamo riscontrato alcuni difetti di fabbricazione sulla superficie, abbiamo constatato che il tappetino resiste bene sui pavimenti e isola bene dal freddo. Con una superficie di 172 x 58 cm, è ancora piuttosto piccolo e stretto, il che rende difficile l’esecuzione di alcune posture (Shavasana, Asanas, ecc.). D’altra parte, il suo spessore di 4 mm è ideale e non si affloscia in nessun caso. Un altro grande vantaggio è la sua trasportabilità, poiché è ultraleggero (350 g) e i suoi 2 elastici permettono di mantenerlo arrotolato. Ci rammarichiamo solo dell’assenza di una tracolla per portarlo a spalla. Inoltre, non è adatto allo yoga dinamico.

 

Meglio di fascia alta

Yogamatata Ginkgo

Oltre al design ecologico, la superficie in sughero offre un'ottima presa ed elimina gli odori indesiderati. È una vera garanzia di durata.

89.00 € su Yogamatata

Yogamatata

Questo tappetino da yoga ha una qualità di design ammirevole. Dopo i nostri test, possiamo dire che i suoi principali punti di forza sono la superficie in sughero, che offre un’eccellente aderenza e durata, senza trattenere i cattivi odori. È un po’ più pesante, ma ha densità e dimensioni perfette. Vale la pena menzionare anche l’impronta ecologica del marchio. A nostro avviso, è adatto a tutti i tipi di yoga e di yogi, anche se gli appassionati di yoga dinamico che sudano molto saranno più soddisfatti.

 

Alternativa di fascia alta

JadeYoga Harmony

La sua qualità e la sua composizione ecologica sono interessanti per gli yogi che possono godere di una superficie antiscivolo e aderente su tutti i tipi di pavimento.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Jade Yoga Harmony Professional

Realizzato in gomma naturale, questo tappetino yoga ecologico ha una dimensione di 173 x 61 cm, un po’ corta per alcune posizioni (Shavasana, Asana, ecc.). Lo spessore di 5 mm è ideale per una pratica versatile: offre ammortizzazione e comfort per le sessioni di pilates, ma non si affloscia per tutti i tipi di yoga. Nel nostro test, l’abbiamo trovato perfettamente aderente (anche dopo il lavaggio e con le mani sudate) e resistente a torsioni e strappi. Inoltre, ha una buona aderenza su tutti i pavimenti e isola particolarmente bene. Tuttavia, abbiamo notato un forte odore quando l’abbiamo disimballato e abbiamo notato che tratteneva facilmente la polvere. Manca anche una cinghia per trasportarlo e tenerlo arrotolato.

 

La nostra selezione

La nostra scelta, Meglio di fascia mediaMeglio economicoMeglio di fascia altaAlternativa di fascia alta
Manduka EKO Superlite Kimjaly Essentiel Yogamatata Ginkgo JadeYoga Harmony
Il materiale naturale, la leggerezza, la buona presa sul terreno e lo spessore ridotto sono caratteristiche interessanti per gli yogi che cercano un tappetino da viaggio. È perfetta per i principianti o per la pratica occasionale dello yoga dolce. L'accessibilità, la leggerezza, il buon spessore e la presa complessiva ne fanno un successo. Oltre al design ecologico, la superficie in sughero offre un'ottima presa ed elimina gli odori indesiderati. È una vera garanzia di durata. La sua qualità e la sua composizione ecologica sono interessanti per gli yogi che possono godere di una superficie antiscivolo e aderente su tutti i tipi di pavimento.
70.42 € su Amazon 9.99 € su Decathlon 89.00 € su Yogamatata 84.95 € su Amazon

 

800+ Confronti
1000+ Recensioni
100% Imparziale

Perché fidarsi di noi ?

Selectos confronta e testa centinaia di prodotti per aiutarvi a fare acquisti migliori. A volte riceviamo una commissione quando acquistate attraverso i nostri link, che contribuisce a finanziare il nostro lavoro. Saperne di più

 

Come abbiamo effettuato il test?

Per cominciare, abbiamo collocato ogni tappeto su diversi pavimenti (piastrelle, erba, parquet) per verificarne la tenuta e l’isolamento. Abbiamo anche valutato la capacità di adesione della superficie appoggiandovi le mani/piedi asciutti o bagnati, prima e dopo la pulizia. Inoltre, abbiamo osservato eventuali tracce e odori trattenuti dalla moquette, nonché la sua resistenza alla torsione e allo strappo.

Ci siamo assicurati di praticare yoga dolce e dinamico con diverse posture per verificare l’utilizzo, le dimensioni, lo spessore, la compattezza e l’ammortizzazione di ogni modello. Infine, abbiamo valutato la facilità di trasporto grazie al peso e agli accessori (cinghia, ecc.).

 

Come scegliere un tappetino da yoga?

Prima di acquistare un tappetino, è importante stabilire che tipo di yogi siete e che tipo di yoga praticate (esistono molte forme di yoga). Esistono differenze tra utenti nomadi e sedentari, nonché tra praticanti regolari e occasionali, che influenzano la scelta di un buon tappetino da yoga.

Tapis de yoga

Ecco i punti da considerare per l’acquisto:

  • Materiali: il PVC è economico e offre una discreta resistenza e comfort, ma la sua composizione può influenzare gli utenti a causa dei prodotti petrolchimici, così come la schiuma TPE. La schiuma NBR è una gomma sintetica flessibile e poco costosa che non piace a tutti gli yogi. Per lo yoga morbido, sono da preferire i tappetini in cotone o lana, che offrono una minore ammortizzazione. Infine, il sughero e la gomma naturale possono essere più costosi, ma sono più rispettosi dell’ambiente.

  • Dimensioni: le dimensioni standard sono 1,80 m di lunghezza e 60 cm di larghezza. Alcune posture come Shavasana – sulla schiena con braccia e gambe leggermente divaricate – richiedono prodotti cosiddetti “XL”, larghi 80 cm. Se sono più rari, si può anche optare per un modello rotondo (fino a 1,90 m di diametro).

  • Spessore e densità: lo yoga è una pratica speciale. Naturalmente, è necessario assicurarsi di avere un’ammortizzazione sufficiente per non soffrire inutilmente se si è in ginocchio, ad esempio, o per isolarsi dal freddo. Ma è anche importante mantenere la propria sensibilità e rimanere “connessi” al terreno. È quindi meglio optare per uno spessore compreso tra 2 e 4 mm. Inoltre, è più comodo e quindi ideale per lo sport o il pilates, in quanto offre un minore equilibrio. Per un tappetino da viaggio, optate per uno spessore di 2 mm, perché è più leggero. La densità e l’ammortizzazione possono dipendere, ma bisogna tenere presente che il PVC tende a cedere, il che è problematico per lo yoga dinamico.

  • La qualità della superficie: il suo ruolo è innanzitutto quello di fornire un’area antiscivolo con un’aderenza ottimale, in modo da garantire all’utente una stabilità sufficiente. Alcuni sono incisi con un disegno che guida gli yogi nei loro movimenti. Un altro aspetto importante è la sua capacità di eliminare i cattivi odori (dovuti ai materiali o al sudore), di respingere la sporcizia e di contrastare le impronte che danneggiano le articolazioni. Spesso è possibile scegliere tra PVC, gomma e polimeri sintetici. Per lo yoga soft, si consiglia di scegliere materiali morbidi (PVC, fibra naturale o sughero). Tuttavia, il PVC può causare cattivi odori, mentre la gomma non assorbe e il sughero non ha odore.

Tapis de yoga

  • Peso: alcuni tappetini da yoga sono pesanti. In un certo senso, ciò può essere dannoso per la portabilità, ma in un altro senso evita di avere un tappetino che si ripiega o scivola durante la sessione. Tutto dipende dal materiale. Il PVC è leggero, mentre la gomma è più pesante. La fibra naturale offre un buon compromesso tra i due.

Tapis de yoga

  • Mantenimento: per lo yoga dolce il comfort è più importante, ma per lo yoga dinamico la qualità e il mantenimento sono fondamentali. I tappetini in PVC sono gli unici che possono essere messi in lavatrice, ma devono essere asciugati in piano. Per il resto, fare riferimento alle istruzioni del produttore. Suggerimento: mescolare il 30% di aceto con acqua e, se possibile, aggiungere qualche goccia di olio essenziale.

 

Altri tappetini da yoga consigliati

Kimjaly Confort (24.99 € al momento della pubblicazione): buona per varie pratiche, ma troppo spessa e morbida per lo yoga dinamico. Realizzato in PVC espanso, ha una composizione innaturale, ma ciò non gli impedisce di offrire una buona presa alle mani e una perfetta adesione su diversi pavimenti. La superficie misura 173 x 61 cm ed è spessa (8 mm) e morbida. Per questo motivo, durante il nostro test, abbiamo apprezzato la sua superiore ammortizzazione per le ginocchia e il suo comfort, ma il suo spessore può far perdere l’equilibrio in alcune pose yoga dinamiche. La cinghia è comunque comoda per trasportarlo e tenerlo arrotolato.

Jade Yoga Voyager (44.95 € al momento della pubblicazione): un tappetino da viaggio ecologico, pratico ma non disordinato. Realizzato in gomma naturale, offre un’ottima presa su tutti i tipi di pavimento. Nel nostro test, abbiamo anche notato che si impugna bene nelle mani (tranne dopo la pulizia con acqua e sapone). Tuttavia, ha un cattivo odore alla consegna, è meno resistente alla torsione e tende a trattenere polvere e impronte. Le sue dimensioni sono 173 x 60 cm e il suo spessore di 1,6 mm offre poca protezione alle articolazioni, ma permette di mantenere l’equilibrio durante alcune posture. Nonostante l’assenza di una cinghia, è facile da trasportare (solo 680 g).

Manduka Pro (130.67 € al momento della pubblicazione): forte, durevole e rispettoso dell’ambiente, ma più pesante e più costoso. Questo tappetino da yoga (180 x 60 cm) protegge gli arti ed è abbastanza versatile da poter essere utilizzato per altri scopi. Con i suoi 6 mm di spessore, resiste bene ai carichi pesanti e alle sessioni più regolari. Elimina il sudore e previene lo scivolamento. È anche comodo e facile da pulire. Tuttavia, pesa ancora 3,4 kg, il che lo rende difficile da trasportare.

 

Altri tappetini da yoga testati

Amazon Brand Umi (39.99 € al momento della pubblicazione): questo tappetino in TPE è facile da trasportare ed è antiscivolo e aderente alla maggior parte dei pavimenti. Tuttavia, la sua composizione è meno naturale e tende a lasciare impronte di piedi e mani.  

Kimjaly Grip+ 5mm (49.99 € al momento della pubblicazione): nonostante il design in gomma naturale, la buona presa e le dimensioni generose, la superficie è sporca, maleodorante e il materiale si sfalda nel tempo. Inoltre, è pesante da trasportare (3,5 kg).

 

 

Traduzione di Selectos

Lascia un commento