La Migliore Tastiera Meccanica

Aggiornato il 29 giugno 2020

La tastiera meccanica è stata a lungo acclamata dai giocatori, soprattutto grazie alla gamma di possibilità che offre. In questo settore, la Corsair K70 RGB MK.2 è, a nostro avviso, un riferimento. È infatti disponibile in ben sette versioni, ciascuna dotata di interruttori diversi. In altre parole, ce n’è per tutti i gusti! Oltre a questo, ha un poggiapolsi e accessori adattati a diversi tipi di gioco.

 

La nostra scelta, migliore di fascia media

Corsair K70 MK.2

Sviluppata in una moltitudine di configurazioni di interruttori, questa tastiera è pensata principalmente per i giocatori. Reattiva, confortevole, con materiali di ottima qualità, questa è una combinazione molto buona per questo riferimento.

Come il suo predecessore, è un bestseller. La sua finitura di fascia alta sottolinea un’ergonomia accurata e un gran numero di possibilità. L’elevato numero di interruttori disponibili consente di scegliere gli interruttori più adatti al proprio utilizzo. Alla fine, a parte l’assenza di chiavi macro, la Corsair K70 MK.2 ha quasi tutto quello che serve. Il suo prezzo è certamente un po’ alto, ma dovrebbe resistere per qualche anno in considerazione della qualità dei materiali offerti.

 

Migliore soluzione economica

HyperX Alloy FPS

Se volete fare un primo passo nel mondo della meccanica, questo modello ha molte qualità degne del top di gamma. Infatti, è trasportabile e personalizzabile tramite scorciatoie da tastiera.

Questo prodotto molto efficace può essere facilmente adattato alle vostre esigenze. In effetti, è un’ottima introduzione al gioco, indipendentemente dal tipo di gioco che si preferisce. Inoltre, è dotato di anti-ghosting e N-Key Rollover per offrire la massima velocità nonostante il suo prezzo ridotto. HyperX ha già una buona reputazione in altri campi, in particolare quello delle cuffie da gioco. Con il suo Alloy FPS, entra nel mondo delle tastiere.

 

Migliore di fascia alta

Corsair K95 RGB Platinum

Veramente progettata per il gioco, ha tutto quello che ci si aspetterebbe da un modello di fascia alta: qualità dei componenti hardware, reattività, comfort, tasti macro e multimediali dedicati, RGB finemente sintonizzati e un efficace anti-ghosting.

Ancora una volta, Corsair si pone al vertice della gamma con questo dispositivo  che ha tutto ciò che si può desiderare da una tastiera di questo livello. Soddisfa i più esigenti grazie alla sua buona reattività, alle finiture pulite e alla dotazione generosa. Anche se il suo prezzo è un po’ alto, ha il merito di avere tutto quello che ci si aspetterebbe da una tastiera da gioco di fascia alta. È un peccato che sia offerta solo in due configurazioni di interruttori.

 

Alternativa economica

Logitech G413

Nonostante il suo basso prezzo, questo modello offre un buon comfort di battitura e una vasta gamma di impostazioni di gioco. La consigliamo pertanto a utenti misti con un budget limitato.

Con la G413, Logitech offre un modello base accattivante che punta sulla facilità d’uso e sulla reattività. Se vi piace personalizzare la vostra esperienza di gioco ma avete un budget più limitato, la G413 è una soluzione che dovrebbe deliziarvi. Tuttavia, c’è un margine di miglioramento anche a questo livello di prezzo. 

 

Alternativa di fascia media

Roccat Vulcan 120

È con questo modello che Roccat si è davvero affermata, al suo esordio, tra le tastiere di fascia alta. Silenziosa e reattiva, compensa la sua carenza di macro con un efficiente sistema domestico.

Ecco una tastiera perfettamente in grado di competere con la Corsair K70 MK.2. Ha gli stessi difetti (assenza di tasti macro) e circa gli stessi vantaggi (comfort, reattività, design, ecc.). Il suo software leggermente meno sviluppato, tuttavia, le ha impedito di conquistare il primo posto. È disponibile anche in bianco (con il nome Vulcan 122).

 

Alternativa di fascia alta

Logitech G915 LightSpeed

L'unica tastiera senza fili della nostra selezione, prende il meglio di entrambi i mondi con una reattività impeccabile e una sensazione ideale per il gioco, pur essendo molto resistente nonostante la presenza di RGB.

Con la sua lavorazione di alta qualità, i nuovissimi interruttori meccanici e la tecnologia wireless Lightspeed, la G915 è la tastiera ideale se non si desidera avere cavi sulla scrivania. Inoltre, presenta molti vantaggi come i tasti macro e una retroilluminazione programmabile tasto per tasto. Tuttavia, se il vostro budget è un po’ più limitato e un cavo non vi spaventa, la G815 è il suo equivalente cablato.

 

La nostra selezione

La nostra scelta, migliore di fascia mediaMigliore soluzione economicaMigliore di fascia altaAlternativa economicaAlternativa di fascia mediaAlternativa di fascia alta
HyperX Alloy FPSCorsair K95 RGB PlatinumLogitech G413Roccat Vulcan 120Logitech G915 LightSpeed
Corsair K70 MK.2HyperX Alloy FPSCorsair K95 RGB PlatinumLogitech G413Roccat Vulcan 120Logitech G915 LightSpeed
Sviluppata in una moltitudine di configurazioni di interruttori, questa tastiera è pensata principalmente per i giocatori. Reattiva, confortevole, con materiali di ottima qualità, questa è una combinazione molto buona per questo riferimento.Se volete fare un primo passo nel mondo della meccanica, questo modello ha molte qualità degne del top di gamma. Infatti, è trasportabile e personalizzabile tramite scorciatoie da tastiera.Veramente progettata per il gioco, ha tutto quello che ci si aspetterebbe da un modello di fascia alta: qualità dei componenti hardware, reattività, comfort, tasti macro e multimediali dedicati, RGB finemente sintonizzati e un efficace anti-ghosting.Nonostante il suo basso prezzo, questo modello offre un buon comfort di battitura e una vasta gamma di impostazioni di gioco. La consigliamo pertanto a utenti misti con un budget limitato.È con questo modello che Roccat si è davvero affermata, al suo esordio, tra le tastiere di fascia alta. Silenziosa e reattiva, compensa la sua carenza di macro con un efficiente sistema domestico.L'unica tastiera senza fili della nostra selezione, prende il meglio di entrambi i mondi con una reattività impeccabile e una sensazione ideale per il gioco, pur essendo molto resistente nonostante la presenza di RGB.

 

Su quali criteri si è basata la nostra scelta?

Quando si cerca la tastiera meccanica perfetta, possono sorgere molte domande. Tuttavia, la cosa più importante è trovare quella che meglio si adatta all’utilizzo che se ne intende fare. Per fare questo, l’elemento essenziale è il tipo di interruttori che caratterizzano la tastiera scelta.

Laddove Cherry ha dominato il mercato per molti anni con le sue MX, altri costruttori stanno iniziando a penetrare nel mercato dei sistemi costruiti in casa. Tuttavia, le gamme non sono così estese come quelle del marchio originale.

Gli interruttori possono essere di due tipi:

  • lineari, il che significa che la loro resistenza è costituita esclusivamente dalla molla. Il risultato è una corsa assolutamente senza intoppi. 
  • oppure tattili, cioè con una resistenza a metà strada. Ciò consente di sentire fisicamente il momento in cui è stato premuto il pulsante.

Tra queste due tipologie, esistono ulteriori suddivisioni. Ecco le principali di Cherry:

  • Cherry MX Red: di tipo lineare, richiedono una forza costante per essere attivati. L’uso di un tasto è quindi molto veloce, ma lascia poco spazio agli errori. È uno degli switch acclamati dai giocatori, grazie alla sua velocità e robustezza.
  • Cherry MX Black: simili al MX Red, richiedono più forza per essere attivati.
  • Cherry MX Blue: viene spesso chiamata “Clicky” perché la sua attivazione emette un rumore udibile. Di tipo tattile, permette di sentire il punto di contatto. Tuttavia, pensate a chi vi circonda, perché è relativamente rumorosa. È preferibile per la battitura a macchina, a meno che non si cerchi la precisione in primo luogo.
  • Cherry MX Brown: è, più o meno, una MX Blue silenziosa. Offre un buon equilibrio tra digitazione e gioco.
  • Cherry MX Speed: punta sulla velocità di battitura ed è la più veloce della gamma. Come la MX Red, è un sistema lineare molto flessibile, ma con l’attivazione del tasto più alta di 0,5 mm. Il risultato è un tocco molto sensibile. Non la consigliamo a persone inclini a errori di battitura.
  • Cherry MX Silent: basata sulla Red o la Black, questa versione mira a ridurre al minimo il fastidio del rumore che spesso si imputa alle tastiere meccaniche.

Una volta scelto il tipo di contattore, è importante basarsi sui seguenti criteri per poter selezionare le diverse possibilità:

  • L’ergonomia: direttamente collegata al comfort dell’utente, determina per quanto tempo si può utilizzare con la tastiera e in quali condizioni. La forma dei tasti, la presenza di un poggiapolsi, l’altezza del blocco e la retroilluminazione hanno quindi un impatto significativo. Anche l’anti-ghosting e l’N-Key Rollover sono essenziali per i giocatori, in quanto consentono di attivare più tasti contemporaneamente senza confusione da parte del dispositivo.
  • Il design e le dimensioni: sono importanti per determinare quanto sarà facile trasportare la tastiera, quanto starà bene sulla scrivania, ecc. Inoltre, i materiali scelti e il design “senza telaio” (nessuna piastra supplementare attorno ai tasti) influiscono sulla longevità dell’insieme. La manutenzione di un formato di alluminio senza telaio sarà più facile rispetto ad un altro composto di plastica. Infine, la presenza di cuscinetti in gomma e piedini aggiuntivi è un elemento di stabilità.
  • I comandi integrati: possono essere di due tipi: diretti (come i tasti multimediali) o indiretti (attivati con una combinazione di tasti). Questi strumenti sono sempre utili per poter accedere al volo a determinate impostazioni senza dover uscire dal gioco. Per chi ama la programmazione e le scorciatoie, è anche importante avere dei tasti macro (diretti o indiretti) che possono essere collegati ad una combinazione di comandi per eseguire più azioni premendo un solo tasto.
  • Le connessioni: alcune tastiere integrano i connettori direttamente nel loro telaio. Generalmente sono di due tipi: una porta USB che può essere utilizzata sia per la ricarica che come porta USB aggiuntiva per il trasferimento dei dati. Alcuni modelli rari includono anche un connettore jack per il collegamento delle cuffie.
  • La parte software: le periferiche di gioco sono spesso collegate a un programma che consente di adattare le diverse impostazioni,  creare profili o anche gestire la retroilluminazione. Questo permette di personalizzare realmente l’uso della tastiera.

Dalla nostra lista iniziale di cinquanta modelli, siamo riusciti a passare a dieci prodotti grazie a questi criteri.

Quindi, sulla base di numerosi test e recensioni degli utenti, siamo riusciti a stilare la nostra selezione delle 6 migliori tastiere meccaniche attualmente disponibili.

​​​​​​​​​​​​​​​​Laureato in marketing, ha un buon fiuto per distinguere il vero dal falso nelle presentazioni di vendita dei prodotti e per decifrare il linguaggio delle marche. Profondamente technofilo e appassionato da sempre di industria automobilistica, conosce a fondo le innumerevoli specificità tecniche dell'high-tech ed è sempre aggiornato sulle ultime novità e tendenze del settore.


Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments