La Migliore Etichettatrice

Aggiornato il 9 gennaio 2023

Dopo 20 ore di ricerca, l’esame approfondito di 27 etichettatrici e il test di 6 di esse, abbiamo stabilito che Brother PT-H110 offre attualmente il miglior rapporto qualità/prezzo.

Questo comparativo è certificato al 100% imparziale e segue il nostro processo di selezione

La nostra scelta, Meglio di fascia media

Brother PT-H110

Oltre alle sue etichette durevoli, vanta una comprovata reputazione internazionale. È l’etichettatrice mobile con il maggior numero di impostazioni possibili.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Brother PT-H110

Vincitore dell’IF Design Award 2019 nella categoria prodotti, questo modello è ideale per l’ufficio. Oltre a essere efficiente e funzionale, è dotato di uno schermo LCD che consente di visualizzare l’anteprima dei caratteri (10), dei simboli (253), delle cornici decorative (15) e degli stili di scrittura selezionati. Dispone di una tastiera QWERTY e di tasti numerici ed è alimentato da batterie AAA (6 non incluse) o da un adattatore CA. Nei nostri test, abbiamo apprezzato la qualità delle etichette create, soprattutto in termini di stampa. Compatibile con nastri da 3,5 a 12 mm, l’abbiamo trovata molto pratica, soprattutto per la possibilità di stampare più etichette in fila prima di tagliare manualmente il nastro.

 

 

Meglio economico

Dymo Omega S0717930

Accessibile a tutti, questo modello offre un buon rapporto qualità/prezzo. Si utilizza ruotando semplicemente la rotella per posizionare la lettera da imprimere davanti alla freccia, quindi basta premere con forza.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Dymo Omega S0717930

È in grado di competere con gli altri modelli di questa selezione grazie al suo prezzo accessibile. Il prezzo ha un impatto sui servizi offerti – non si dispone di uno schermo o di una tastiera – ma molto poco sulle prestazioni complessive del dispositivo. Il dispositivo è semplice da usare, con un sistema di marcatura “turn and click” e una struttura di taglio a 2 scanalature. Non richiede batterie per funzionare e può stampare su nastri di larghezza fino a 9 mm. È molto intuitivo e si rivolge ai bambini che possono utilizzarlo in modo indipendente. Tuttavia, durante i nostri test, abbiamo riscontrato che non tutte le lettere sono allineate sul nastro e che bisogna premere molto forte perché la stampa avvenga correttamente.

 

Meglio di fascia alta

Dymo LabelManager 420P

Non è necessario andare lontano per rendersi conto che si distingue dagli altri modelli grazie alla compatibilità con PC e Mac. Peccato, però, che quest’ultimo sia ancora un po’ perfettibile…

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Oltre al potente display, questa etichettatrice è dotata di una batteria ricaricabile e di un’efficiente tastiera ergonomica. Inoltre, la sua compattezza e lo schermo sottile consentono di utilizzarlo con una sola mano, anche quando si è in movimento. Ma se queste caratteristiche sono lodevoli, è la compatibilità con PC e Mac a fargli guadagnare un posto in questa selezione: vi dà accesso a un’ampia gamma di font e a un’interfaccia più familiare per creare le vostre etichette. Sebbene questa caratteristica dia al 420P l’opportunità di distinguersi, non è ancora perfetto, ed è un peccato considerando il prezzo.

 

Alternativa di fascia media

Dymo LetraTag LT100H

Dall’aspetto piuttosto essenziale, è l’unica di questa selezione a poter stampare su nastri metallici e trasparenti e dispone di una funzione di spegnimento automatico per risparmiare il più possibile le batterie.

Aspetta… Stiamo cercando il prezzo di questo prodotto su altri siti

Dymo LetraTag LT100H

La tastiera ABC ha tasti numerati da A a J e può codificare 195 simboli diversi. Funziona con etichette da 12 mm e si distingue dalla concorrenza per la capacità di stampare su nastri colorati, trasparenti e persino metallici e per la funzione di spegnimento automatico a risparmio energetico. I nostri test hanno rivelato che richiede 4 batterie AA per funzionare. D’altra parte, abbiamo apprezzato la funzione di memoria delle etichette (fino a 9) e la possibilità di scrivere su 2 righe (anche se questo fa apparire il tutto molto stretto sull’etichetta e quindi meno leggibile). Il taglio viene effettuato manualmente e non è sempre molto pulito. Infine, la sostituzione della cartuccia è molto semplice.

 

La nostra selezione

La nostra scelta, Meglio di fascia mediaMeglio economicoMeglio di fascia altaAlternativa di fascia media
Brother PT-H110 Dymo Omega S0717930 Dymo LabelManager 420P Dymo LetraTag LT100H
Oltre alle sue etichette durevoli, vanta una comprovata reputazione internazionale. È l'etichettatrice mobile con il maggior numero di impostazioni possibili. Accessibile a tutti, questo modello offre un buon rapporto qualità/prezzo. Si utilizza ruotando semplicemente la rotella per posizionare la lettera da imprimere davanti alla freccia, quindi basta premere con forza. Non è necessario andare lontano per rendersi conto che si distingue dagli altri modelli grazie alla compatibilità con PC e Mac. Peccato, però, che quest'ultimo sia ancora un po' perfettibile... Dall'aspetto piuttosto essenziale, è l'unica di questa selezione a poter stampare su nastri metallici e trasparenti e dispone di una funzione di spegnimento automatico per risparmiare il più possibile le batterie.
59.45 € su Amazon 17.99 € su Amazon 197.00 € su Amazon 50.50 € su Amazon

 

800+ Confronti
1000+ Recensioni
100% Imparziale

Perché fidarsi di noi ?

Selectos confronta e testa centinaia di prodotti per aiutarvi a fare acquisti migliori. A volte riceviamo una commissione quando acquistate attraverso i nostri link, che contribuisce a finanziare il nostro lavoro. Saperne di più

 

Come abbiamo fatto i test?

Per testare le etichettatrici, abbiamo innanzitutto verificato se fosse possibile utilizzarle direttamente o se fossero necessari dei preparativi (installazione del software, rotolo di etichette o batterie da collocare…). Poi abbiamo giudicato la loro ergonomia e facilità d’uso (tipo di tastiera, pulsanti o rotella da girare prima di premere una tacca, cut-off automatico o meccanico…).

Inoltre, abbiamo valutato i risultati della stampa e del taglio (nitido, pulito, allineato, diritto…). A tal fine, abbiamo distinto tra la stampa a “rilievo” (che incide i simboli su un’etichetta di plastica più spessa e la cui qualità ci è sembrata ogni volta inferiore) e la stampa termica o a inchiostro (che assomiglia molto di più a una stampa come potrebbe farla una stampante). Infine, quando le etichette erano di plastica, abbiamo verificato che fossero resistenti alla lavastoviglie se attaccate alla pentola.

 

Come scegliere un’etichettatrice?

Se state cercando una stampante per etichette, probabilmente avete già un’idea di come la utilizzerete. Sia che decidiate di usarla per organizzare la vostra casa o per ottimizzare il vostro spazio di lavoro, una stampante di etichette vi fa risparmiare tempo e lo stress che di solito deriva dallo smistamento o dalla pulizia.

Étiqueteuse

Poiché il mercato è pieno di modelli di ogni tipo, abbiamo elencato alcuni criteri da tenere in considerazione per fare una scelta ponderata e utile al momento dell’acquisto:

  • La tastiera: la facilità d’uso della tastiera, sia essa circolare o rettangolare, è un elemento importante per la composizione rapida e senza errori della parola o delle parole scelte. I tasti grandi e la buona leggibilità delle lettere sono essenziali.

Etiqueteuse

  • Lo schermo (se presente): per rendere visibili i caratteri, lo schermo deve essere sufficientemente grande. Mentre alcune stampanti di etichette hanno uno schermo in grado di visualizzare 3-5 righe di testo, la maggior parte delle macchine mostra solo una riga alla volta.
  • L’alimentazione: anche se le stampanti di etichette più democratiche sono solitamente alimentate a batteria, la maggior parte di esse è alimentata da una batteria ricaricabile o è collegata direttamente alla rete elettrica. Sta a voi decidere se volete un modello statico o portatile.

Etiqueteuse

  • Materiali di consumo: alcune etichettatrici sono limitate nella larghezza dei nastri che possono utilizzare. Quindi, ricordate che è necessario scegliere la macchina e le etichette in base ai vostri desideri e, soprattutto, alle vostre esigenze.

Etiqueteuse

  • La compatibilità: molti di questi dispositivi sono ora compatibili con computer e/o smartphone. Oltre a consentire l’utilizzo di un’interfaccia familiare, questa compatibilità offre anche la garanzia di una scelta più ampia di font e caratteri.

 

Altre etichettatrici che consigliamo

Brother PT-H107 (24.90 € al momento della pubblicazione): una terza opzione di fascia media. Molto simile alla nostra scelta, questo modello è tuttavia un po’ meno ergonomico e completo secondo i nostri test. Infatti, questa volta integra una tastiera ABC anziché AZERTY e contiene meno opzioni (177 simboli, 9 stili di testo, ma solo 1 carattere). D’altra parte, il suo utilizzo rimane semplice e istintivo.

Brother QL-700 (92.98 € al momento della pubblicazione): un modello più completo, ma più complesso. Questo modello Plug and Play non ha schermo e si collega semplicemente al computer per creare e stampare le etichette. È in grado di modificare il testo su nastri ed etichette di diverse larghezze, ha un’elevata velocità di stampa (150 mm/sec) e offre il taglio automatico. Purtroppo abbiamo constatato che l’installazione richiede dai 5 ai 10 minuti, a differenza dei modelli più mobili che possono essere utilizzati direttamente. Inoltre, il software non è molto intuitivo e bisogna cercare un po’ tra i modelli di etichette esistenti in base alle dimensioni del rotolo.

 

Altre etichettatrici testate

Dymo Junior ‎S0717900 (13.41 € al momento della pubblicazione): un modello molto economico, ma con margini di miglioramento. L’aspetto che più ci è dispiaciuto di questo modello durante i nostri test è che la parte che permette alla pressione di goffrare il nastro a volte si staccava dal blocco principale. Abbiamo quindi dovuto giocare con la custodia per farla rientrare. Inoltre, come per la Dymo Omega, è necessario premere con forza sul meccanismo per ottenere una stampa corretta e le lettere non sono tutte allineate.

 

 

Traduzione di Selectos

Lascia un commento