SSD o HDD: ti aiutiamo a scegliere

Pubblicato il 23 marzo 2022 

Dopo aver passato 29 ore a confrontare 55 dischi rigidi nella nostra sede, ecco i nostri consigli su quale dispositivo (SSD o HDD) soddisfa meglio le tue esigenze.

 

L’SSD, ideale per le prestazioni

PUNTI BUONI
  • Velocità
  • Compattezza
  • Robustezza
PUNTI NEGATIVI
  • Prezzo a GB
  • Vita utile limitata

L’SSD offre una velocità di funzionamento molto più alta dell’HDD, dato che può superare i 3 GB/s. È quindi ideale per garantire il funzionamento regolare del vostro dispositivo, sia per l’esecuzione del sistema operativo che per il gaming. Si noti che più alte sono le prestazioni, più alto è il prezzo.

Nonostante ciò, questo tipo di disco è basato su semiconduttori (parti fisse), che tenderanno a deteriorarsi con l’uso fino a raggiungere la loro durata di vita (espressa in cicli di scrittura).

Eppure, l’assenza di parti mobili non è senza vantaggi: questo rende l’SSD l’unità ideale per i notebook grazie alla sua ridotta sensibilità agli urti e quindi al movimento regolare. Il suo fattore di forma compatto rafforza questo uso, specialmente per le unità M.2 (NVMe).

 

L’HDD, pratico per lo stoccaggio puro

PUNTI BUONI
  • Economico
  • Durevole
PUNTI NEGATIVI
  • Flussi limitati
  • Sensibile al trasporto

L’HDD è il tipo di disco più “vecchio” in uso oggi. Si basa su un disco magnetico su cui vengono scritti i vari dati.

Poiché questa formula è già un po’ obsoleta, è la più economica. Inoltre, questo sistema utilizza pochissimi circuiti stampati, il che significa meno usura e quindi una durata di vita potenzialmente infinita.

D’altra parte, gli HDD rimangono meno efficienti degli SSD con velocità massime limitate a 550 MB/s. Sono quindi favorevoli per lo stoccaggio puro, ma rimangono meno interessanti per il lancio/avvio di applicazioni o programmi.

Inoltre, l’uso di parti rimovibili implica una serie di difetti, come la loro sensibilità agli urti e un certo rischio di degradazione durante il trasporto di un dispositivo dotato di questo tipo di disco.

 

In conclusione

In breve, tutto dipende dalle prestazioni, ma anche dalla resistenza agli urti e all’invecchiamento. Anche il formato e il prezzo sono fattori che possono influenzare la vostra scelta.

Preferite l’SSD per lanciare programmi o applicazioni o anche per memorizzare il vostro sistema operativo. È anche la soluzione più affidabile per i PC portatili grazie alla sua maggiore robustezza. L’HDD è più adatto all’archiviazione pura grazie al suo prezzo basso e alla sua lunga durata di vita.

Secondo noi, la soluzione ideale è quella di combinare i due tipi di dischi nella vostra installazione per dedicare ciascuno di essi al suo uso.

Lascia un commento